SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A €50 IN ITALIA!

Europa League, Sarri: “Serve un po’ di follia”. Insigne: “Vi faremo ricredere”

Il tecnico e Insigne presentano in conferenza stampa il ritorno col Lipsia: “Dobbiamo crescere ancora nella mentalità. Le responsabilità di giovedì scorso sono mie al 70%”
Non ha risparmiato critiche alla squadra e a se stesso alla vigilia del ritorno col Lipsia. Maurizio Sarri non ha ancora metabolizzato la sconfitta dell’andata. “Abbiamo disputato una partita da cialtroni, e io non sono esente da colpe (ne ho al 70% e l’altro 30 è da ripartire equamente tra società, staff e giocatori). Non mi piace leggere che la colpa e di chi ha giocato, cioè di quei ragazzi che hanno meno presenze rispetto ai titolari. Se vogliamo, siamo andati sotto proprio quando ho inserito i titolari”, ha osservato il tecnico napoletano.
TURNOVER — Anche domani sera, Sarri ricorrerà al turnover, proverà a conservare la maggior parte dei titolari per la gara di Cagliari, in programma lunedì, nel posticipo del campionato. “Chi giocherà dovrà essere determinato, voglio un approccio diverso alla gara rispetto alla partita d’andata. Voglio vedere la stessa cattiveria e fame agonistica del campionato. Non è normale che questa squadra faccia grandi cose in Serie A e vada fuori dall’Europa. E’ un questione di concentrazione, di determinazione, sotto quest’aspetto dobbiamo crescere”. Ed proposito di crescita, Maurizio Sarri ha voluto sottolineare quella esponenziale di Piotr Zielinski: “E’ destinato a diventare un grande, ha un talento eccezionale, può giocare sia da centrocampista sa da esterno. In lui rivedo il nuovo De Bruyne”, ha detto l’allenatore del Napoli.
INSIGNE — “Abbiamo tanta voglia di riscattare la prestazione dell’andata e far ricredere chi dice che snobbiamo l’Europa”. Lo ha detto Lorenzo Insigne che ha aggiunto: “Sappiamo che dobbiamo fare tre gol ed è difficile. Dobbiamo partire forte con la nostra mentalità e la gestione della palla, provare a fare gol, avere la stessa cattiveria che mettiamo in campo in campionato. Ci proviamo fino alla fine”. Insigne, che potrebbe giocare dal 1′ soprattutto visto il possibile forfait di Mertens, ha spiegato: “Domani serve una grande prestazione – ha detto – anzi ci vuole la migliore prestazione dell’anno. È brutto essere primi in campionato ed eliminati in Europa, per questo daremo tutto per passare il turno”.